Recensioni Libri

Unendo i punti…

É una grande settimana per gli autori di libri per bambini. Martedì, c’è stato il Roald Dahl Day, che celebrava i 100 anni dalla nascita dell’autore di alcuni classici come Charlie e la Fabbrica di Cioccolato e Il GGG. Venerdì è il compleanno di Julia Donaldson, la scrittrice di Il Gruffalò – che se hai letto il mio blog di Gennaio, saprai bene è il mio libro di lavoro preferito. Adoro la storia del piccolo topolino vince con l’astuzia contro il grande e spaventoso Gruffalò – mi ricorda che non sempre i più grossi o i più forti l’hanno vinta.

Ed ora ho scoperto un autore ed illustrator Americano, Peter Reynolds, che con il suo libro Il Punto ha dato vita all’International Dot Day. The Dot parla della storia di una giovane ragazza che di non poter disegnare. Il suo insegnante un giorno le chiese di scrivere il suo segno e così, dalla frustrazione, mise un punto sulla pagina – e quello fu l’inizio di un viaggio all’insegna della creatività.

il-punto

Il libro non è solo sull’incoraggiare i bambini a disegnare. Riguarda l’incoraggiare chiunque – grandi e piccoli – a essere coraggiosi e esprimere se stessi. É un messaggio davvero importante che l’International Dot Day sia nato ed ora, ogni anno, molte persone prendano parte ad attività creative per “scrivere il loro segno”.

Amo che questo libro abbia così tanto potere. Per i bambini è semplicemente fantastico poter essere in grado di leggere qualcosa che faccia brillare la loro immaginazione e li aiuti a essere più sicuri. Ed adoro il fatto che un libro possa diventare un tuo amico.

A differenza dei moderni gadget usa e getta, un libro è sempre con te, coccolato in una libreria in paziente attesa accanto al tuo letto. Ogni qual volta ne hai bisogno, per ricordarti qualcosa o come guida o semplicemente per immergerti in una grande storia, lui è lì.

Non si è mai troppo grandi per imparare. Per celebrare l’International Dot Day penserò a cosa conservare dal passato e a quali cose da buttare via. Ora ho intenzione di prendere coraggio e “scrivere il mio segno”.

*Così mi piacerebbe sapere – quale libro per bambini di ha ispirato o incoraggiato mentre crescevi?

Géraldine Grandidier

About Géraldine Grandidier

Géraldine is Tidy Books’ founder, designer and CEO, as well as mum to Adele and Emile. She started Tidy Books in her violin workshop because she couldn’t find a good bookcase for her kids. Now her Tidy Books bookcases and storage designs are encouraging independence and a love of reading in kids all over the world.